Volontà in superficie

Will è il personaggio centrale della serie fantasy di Stranger Things ambientata nei primi anni 80. Sebbene non sia uno dei più presenti sullo schermo nella prima stagione, è lui che dà inizio all’intera storia. All’inizio della storia, viene rapito da una misteriosa creatura che lo porta in una sorta di mondo parallelo dopo che il giovane Undici, su cui uno scienziato stava sperimentando le capacità del suo cervello, ha aperto il passaggio tra i due mondi. Nella seconda stagione, Will è stato salvato ed è andato avanti con la sua vita. Ma un anno dopo il suo trauma, continua ad avere visioni regolari del Sottosopra. I medici sono convinti che questi siano solo sintomi di stress post-traumatico, ma ci renderemo presto conto che è più complicato di così.

Will, il cacciatore di fantasmi

La seconda stagione si svolge intorno ad Halloween, Will ei suoi tre amici decidono su un costume comune e l’anno 84 obbliga, decidono tutti di vestirsi come personaggi di Ghostbusters. Will è quindi rappresentato con la famosa tuta beige decorata con il logo Acchiappa Fantasmi sulla spalla destra oltre che con l’etichetta con il nome del personaggio che interpreta Spengler. Indossa anche sneakers bianche e nere molto tipiche dell’epoca. Sulla schiena porta il famoso zaino protonico e nella mano sinistra tiene il suo sacchetto di caramelle di Halloween. Infine, in testa, troviamo questa famosa ciotola tagliata così caratteristica.